giraldi editore

A Bologna c’era il mare

214
19,00
978-88-6155-435-1
2016

Recensione

carrelloacquista

Questo libro è una passeggiata. Sotto portici, lungo vicoli, all’ombra di giardini e soffitte, nel sole pieno delle vie e delle piazze di Bologna. Questo libro è un viaggio tra immagini in bianco e nero, ma come tutti i viaggi ha una meta. Ed è a colori. Perciò questo libro è anche una storia. O, se si preferisce, una favola. È un libro fatto di foto e parole. Le prime sono di Paolo Miccoli, fotoreporter di lungo corso per giornali, libri e mostre. Le seconde di Gianluigi Schiavon, giornalista e scrittore, che interpreta le immagini in forma di poesie o racconti in miniatura. Lungo un ideale cammino il lettore-viaggiatore incontrerà così personaggi veri, che si faranno attori per offrire una battuta o un’idea. E indicheranno la strada giusta. Chi legge e guarda ascolterà frammenti di discorsi, inciamperà nei ritagli di vite altrui, li confronterà con i propri ricordi, indovinerà amori e delusioni, rimpianti perduti e speranze rimesse a nuovo, dubbi tramutati in certezze, scoprendo che certe volte il cambio non conviene. Foto e parole possono essere lette assieme o separatamente, a piacimento: chi viaggia è libero. Il libro raccoglie 100 immagini più una, quella della meta. Lungo la strada, per tre volte, comparirà Nettuno in persona a suggerire il traguardo dell’ultima pagina. E ricordare che a Bologna c’era il mare.

Paolo Miccoli, fotografo, è nato a Bologna. A lungo fotoreporter per “Il Messaggero” e “Il Resto del Carlino”, testata con la quale collabora tuttora, ha lavorato anche per “La Repubblica”, “Il Corriere della sera”, “Associated Press”, “Wochenpresse”, “Bild” e gruppo Mondadori. Ha pubblicato Il Borgo cambia pelle, Panozzo Editore, sull’evoluzione nel tempo del Borgo San Giuliano a Rimini. Pubblica foto su riviste e quotidiani.
Ha un motto che è una sua regola professionale: mai elaborare una foto. Unica concessione: giocare con i contrasti, come avveniva nelle vecchie camere oscure.

Gianluigi Schiavon, giornalista e scrittore, è nato a Padova e vive a Bologna. È caporedattore centrale di Quotidiano Nazionale (“Il Resto del Carlino”, “La Nazione”, “Il Giorno”) e di Quotidiano.net. In passato ha lavorato per “La Repubblica”, “Il Gazzettino” di Venezia e Belluno e per vari periodici.
Ha pubblicato i romanzi 50 minuti. L’inganno nel cassetto, Il bambino del mercoledì e La fuga. Delitto in Bretagna, per Giraldi Editore; i volumi di racconti I bolognesi sono fatti così, Pendragon Editore, Colpi bassi (sul ring e nella vita) e Quella faccia l’ho già vista, per Giraldi Editore. Pubblica racconti su quotidiani, riviste e su “Wagon-Lit”, blog di Quotidiano.net.

Rassegna

RIMASUGLI, BOLOGNA SBOCCIA SUI MURI - un libro di Leonardo Vicari / trailer